Coronavirus, minacce di morte per la prima infermiera vaccinata in Italia: “ora vediamo quando muori”

Claudia Alivernini, la prima infermiera vaccinata in Italia contro il Coronavirus, ha dovuto chiudere i propri account social perché minacciata di morte

La gioia per essere stata la prima persona vaccinata contro il Coronavirus in Italia si è presto trasformata in un incubo a causa degli insulti ricevuti sui social.

Vaccino
Mario Tama/Getty Images

Claudia Alivernini, l’infermiera dello Spallanzani che ha ricevuto per prima il vaccino lo scorso 27 dicembre, ha dovuto chiudere tutti i suoi account social per le terribili minacce ricevute dai no-vax, che hanno intasato anche altre pagine Facebook per prendersela con la giovane infermiera.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, chi è la prima persona vaccinata in Italia

Gravi accuse

Facebook
Alexander Koerner/Getty Images

Claudia Alivernini aveva pensato bene di chiudere i propri account Facebook e Instagram prima di effettuare il vaccino, ma lo stesso i no-vax non l’hanno lasciata in pace, soprattutto per il suo entusiasmo nell’essere la prima vaccinata in Italia. Parole che hanno scatenato questa frangia estrema dei social, che ha addirittura augurato la morte all’infermiera: “ora vediamo quando muori“. A queste minacce poi sono seguite altre azioni becere, come l’apertura di due profili fake su Instagram, prontamente segnalati alla polizia postale.