Coronavirus: India, al via vaccinazioni a gennaio

Nuova Delhi, 18 dic. (Adnkronos) – Prenderà il via a gennaio la campagna di vaccinazione contro il Covid in India, uno dei Paesi al mondo più colpiti dall’epidemia, con dieci milioni di casi e 144mila decessi: l’obiettivo del governo è quello di vaccinare 300 milioni di persone entro i primi del mese di agosto.
Due prodotti sono in attesa dell’autorizzazione di emergenza dell’agenzia per i farmaci attesa entro le prossime settimane, rende noto la Bbc, citando fonti del governo. Si tratta del Covishield sviluppato del Serum Institute indiano insieme alla britannica AstraZeneca, e del Covaxin, prodotto dalla Bharat Biotech con il Consiglio indiano per la ricerca medica. Il Serum Institute e la Bharat Biotech sono in grado di produrre 65 milioni di dosi di vaccino al mese, si precisa.
Altri sei vaccini sono in fase di sperimentazione. Sono il ZyCov-Di, della Zydus-Cadila di Ahmedabad, Vaccine, della Biological E basata a Hydebarad e dell’Mit, l’HGCO19, un vaccino basato sulla tecnica dell’Rna messaggero prodotto dalla Genova di Pune insieme alla Hdt Biotech di Seattle, un prodotto nasale della Bharat BioTech, il russo Sputnik prodotto, per l’India, dal Dr Reddy Lab insieme all’Istituto Gamaleya di Mosca e infine un altro vaccino sviluppato dal Serum Institute, insieme all’americana Novavax. (segue)
I primi a essere vaccinati, dieci milioni di persone, saranno medici e infermieri, a seguire gli agenti di polizia i militari. Sarà poi il turno delle persone di più di 50 anni con problemi di salute.