Coronavirus: Gaudina, ‘Ue a lavoro, oggi primo passo per uscire da lungo tunnel’

Milano, 27 dic. (Adnkronos) – “Queste prime vaccinazioni sono un primo passo importante”, in particolar modo in “Lombardia la regione più colpita. E’ importantissimo trasmettere questa vicinanza e solidarietà proprio da qui sperando che da oggi si possa iniziare a voltare pagina”. Così Massimo Gaudina, capo della rappresentanza della Commissione europea del nord Italia, interviene nel giorno della somministrazione dei primi vaccini all’ospedale Niguarda di Milano.
“Oggi è anche un passaggio di testimone – inizia la somministrazione e la distribuzione dei vaccini in diversi paesi -, è la fine di un percorso per le istituzioni europee che hanno iniziato a lavorare fin da febbraio investendo prima in ricerca scientifica, poi sui test diagnostici e su questa operazione vaccini. E’ la Commissione europea che ha negoziato a nome dei 27 governi con le case farmaceutiche per prenotare le dosi di vaccini, quello di Pfizer-BionTech è il primo ma ci sono altre cinque case farmaceutiche che stanno sviluppando dei vaccini, e speriamo possano ottenere l’autorizzazione per raggiungere le grandi quantità di vaccinazioni di massa di cui c’è bisogno”, spiega.
“Se tutto va bene avremo quasi 2 miliardi di dosi disponibili per tutti i Paesi europei, quindi più che sufficienti per coprire tutta la popolazione europea e anche per aiutare paesi extra europei. L’Europa continuerà a lavorare sia su nuovi accordi con altre cause farmaceutiche sia sulla ricerca scientifica, ma oggi è il primo passo per uscire da questo lungo tunnel” conclude Gaudina.