Coronavirus, bufera sul presidente di Confindustria Macerata: “la gente è stanca, pazienza se qualcuno muore”

Domenico Guzzini, presidente di Confindustria Macerata, si è lasciato scappare una frase fuori luogo sul Coronavirus che ha scatenato un pandemonio

Ha spiazzato tutti la frase pronunciato da Domenico Guzzini, presidente di Confindustria Macerata. Parole che hanno alzato un polverone, scatenando una pioggia di critiche che ha spinto poi l’autore di quelle dichiarazioni a fare marcia indietro. Intervenuto durante un evento online dedicato alla moda, il numero uno di Confindustria Macerata si è lasciato andare ad una frase spiacevole sul Coronavirus: “le persone sono un po’ stanche e vorrebbero venirne fuori, anche se qualcuno morirà, pazienza“.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, il bollettino aggiornato del 15 dicembre

Le scuse di Guzzini

Coronavirus
Vittorio Zunino Celotto/getty images

Resosi conto della tremenda gaffe commessa, Domenico Guzzini poi è tornato sulla questione per chiedere scusa, ammettendo di essersi espresso in maniera inappropriata: “chiedo scusa a tutti e in particolare alle famiglie toccate dal dramma del Covid, per la frase che ho pronunciato ieri nel corso del Forum Made For Italy. Ho sbagliato nei contenuti e nei modi. Parlavo della vita aziendale e delle prospettive del lavoro e invece, preso dalla discussione, ho fatto un’affermazione sbagliata, che non raffigura il mio pensiero né tantomeno quello dell’Associazione che rappresento. Sono molto addolorato per la mia dichiarazione che, quando ho riascoltato, ho realizzato quanto fosse grave e distante da ciò che penso, cioè che il bene più importante della vita di ognuno di noi siano la salute e la famiglia”.