Coronavirus: economisti ottimisti sul 2021, forte ripresa con distribuzione rapida vaccino (4)

(Adnkronos) – E sulla programmazione e la spesa dei fondi del Next Generation Eu l’Italia avrà tutti gli occhi puntati addosso. Per Neil Metha, assistant portfolio manager di Bluebay Asset Management, la sostenibilità del debito pubblico italiano “passerà in secondo piano” nel 2021. L’enfasi “verterà invece sull’utilizzo ottimale dei fondi europei per la ripresa e sulle riforme in favore della crescita implementate dal governo Conte”. Fattori che, sommati ai bassi costi di rifinanziamento del debito, lasciano meno spazio alle preoccupazioni per un downgrade del rating sovrano da parte delle agenzie.
Metha sottolinea che il saldo primario si è ridotto del 6,8% nel 2020 e per l’Italia è atteso un surplus primario l’anno prossimo, con il debito che dovrebbe raggiungere un picco di circa il 150%. Per il gestore di Bluebay Am “si tratta di un contrasto enorme rispetto alla maggior parte delle altre economie avanzate, dove i livelli di debito sono attesi in netto aumento su livelli simili all’Italia, ma con rating creditizi molto più elevati”.
Valutazioni che però sono “errate. E di conseguenza ci aspettiamo che le agenzie di rating rimuovano l’Italia dal watch negativo, il che dovrebbe avere implicazioni positive per gli spread dei Btp”. Questo, secondo Metha, “potrebbe innescare un processo di miglioramento per le dinamiche del debito in Italia, che, sotto il cappello del nuovo bilancio europeo, finalmente non è più un pagatore netto. Tutto ciò significa che il Paese può ora focalizzarsi sulle riforme strutturali domestiche”.