Coronavirus: economisti ottimisti sul 2021, forte ripresa con distribuzione rapida vaccino (2)

(Adnkronos) – La vaccinazione di massa richiederà inevitabilmente del tempo e, più che un rimbalzo dell’economia a V, sarà più probabile una più lenta ripresa a U. “Ci aspettiamo che questa forte crescita avvenga solo nella seconda metà del 2021. Il vaccino avrà bisogno di tempo per essere distribuito a tutta la popolazione in modo da superare le restrizioni”, continua Lauro.
La ripresa economica potrebbe essere facilitata proprio da una distribuzione rapida e capillare del vaccino. E, secondo gli economisti della statunitense T. Rowe Price, un progresso non uniforme potrebbe produrre periodi di volatilità del mercato. “Il primo trimestre del 2021 potrebbe vedere un calo dell’attività economica”, avverte David Giroux, chief investment officer dell’Equity and Multi Asset di T. Rowe Price. “Tuttavia, supponendo che i nuovi vaccini possano essere distribuiti su scala accelerata, soprattutto alle popolazioni a più alto rischio, le condizioni economiche potrebbero migliorare rapidamente nel secondo trimestre”. In questo caso, spiega, “la seconda metà del 2021 potrebbe assomigliare più al 2019 che alla prima metà del 2020”.
La ripresa economica sarà sostenuta principalmente dalle economie americana ed europea. Mentre la Cina, l’unico Paese ad aver registrato un tasso di crescita positivo nel 2020, lo manterrà anche nei prossimi due anni. Un trend possibile soprattutto per il sostegno delle banche centrali e dei governi. “Ci aspettiamo che almeno fino alla fine del 2022 le politiche monetarie resteranno flessibili e a supporto delle economie”, sottolinea Lauro di Schroders.