Coronavirus, i dati sulla mortalità forniti dall’ISS: solo 163 le persone decedute con meno di 40 anni

L'Istituto Superiore della Sanità ha diramato un report sulla mortalità in Italia, indicando l'età media dei deceduti e altri importanti dati

L’Istituto Superiore della Sanità ha diramato un report sulla mortalità in Italia da Coronavirus, prendendo come dato quello aggiornato al 2 dicembre, con 55.824 deceduti.

Coronavirus
Ivan Romano/Getty Images

Di questi, sono 657 quelli con meno di 50 anni, dunque l’1,2% del totale. Per quanto riguarda invece le persone morte con meno di 40 anni, in questo caso il numero scende a 163, molto irrisorio rispetto al totale. L’età media dei pazienti deceduti per per via dell’infezione da Sars-CoV2 è di 80 anni, più alta di oltre 30 anni rispetto a quella di coloro che hanno contratto l’infezione (ovvero 48 anni). Le donne decedute dopo aver contratto l’infezione inoltre hanno un’età più alta rispetto agli uomini, ossia 85 contro 80.

Il motivo dell’alta mortalità italiana

coronavirus
Alvaro Calvo/Getty Images

Sul perché in Italia si muore così tanto per Coronavirus si è soffermato Lorenzo Richiardi, stimato docente di epidemiologia e statistica medica all’Università di Torino, che ha parlato ai microfoni della ‘Stampa’: “il motivo di tanti morti in Italia resta un mistero. Una teoria è perché abbiamo una popolazione anziana, ma non basta. I 993 di ieri si sarebbero ammalati a inizio novembre. La diagnosi spesso è precoce, le cure mirate e passa più tempo. Detto questo, purtroppo, come abbiamo messo in luce coi colleghi Micheli e Forastiere sulla rivista ‘Epidemiologia e prevenzione’ l’età resta il fattore principale di mortalità“.