Coronavirus: Coldiretti, con Lombardia gialla riaprono 51mila ristoranti e bar

Milano, 12 dic. (Adnkronos) – Il passaggio della Lombardia da domani a zona gialla da zona arancione comporterà in teoria la riapertura di oltre 51mila tra ristoranti, bar e agriturismi. La chiusura di oltre un mese ha provocato secondo la Coldiretti una perdita di fatturato stimata in almeno un miliardo di euro.
“La Lombardia ‘ spiega la Coldiretti ‘ è la regione italiana con il maggior numero di locali per il consumo di cibo e bevande fuori casa. A livello provinciale, il primo territorio è quello di Milano con oltre 18mila esercizi, seguono Brescia con circa 7mila, Bergamo con più di 5mila, Varese con quasi 4.000 mila locali, Monza e Brianza oltre 3 mila, Pavia e Como con circa 3mila, Mantova con circa 2.000, Cremona con 1.700, Lecco con circa 1.400, Sondrio con 1.100 e infine Lodi con poco meno di 1.000 esercizi dedicati alla ristorazione”.
Gli effetti della chiusura delle attività di ristorazione non riguardano solo i fatturati: nell’agroalimentare è pesata la disdetta di ordini per le forniture di molti prodotti che trovano nel consumo fuori casa un importante mercato di sbocco. “Le limitazioni alle attività di impresa ‘ conclude la Coldiretti ‘ devono prevedere un adeguato e immediato sostegno economico lungo tutta la filiera per salvare l’economia e l’occupazione in un settore chiave del Made in Italy”.