Coronavirus: allarme a Seul, rimasti solamente tre posti in terapia intensiva

Seul, 16 dic. (Adnkronos) – Sono solamente tre i letti di terapia intensiva rimasti disponibili a Seul, una città di 26 milioni di abitanti. La situazione sta allarmando le autorità, che hanno annunciato di avere come massima priorità l’aumento dei posti letto negli ospedali. secondo gli ultimi dati resi noti dalla Kdca, l’autorità sanitaria sudcoreana, il numero di nuovi casi registrati alla mezzanotte di martedì è 1.078, il più alto dall’inizio della pandemia. Appena tre giorni fa, il Paese aveva superato per la prima volta la soglia dei 1.000 nuovi casi giornalieri.
Il Kdca ha anche registrato 12 nuovi decessi, segnando per il secondo giorno consecutivo un numero di vittime in doppia cifra, dopo il record di 13 decessi di lunedì.
Sebbene il Paese abbia tenuto sotto controllo la pandemia, rispetto a quanto sta avvenendo negli Usa, in Europa e in altre nazioni colpite duramente dal coronavirus, le autorità temono un aggravarsi della situazione. Il numero di casi gravi è più che raddoppiato nelle ultime due settimane, raggiungendo il record di 226.