Coronavirus: Agens, limite tpl a 50% abbattendo domanda orari di punta

Milano, 30 dic. (Adnkronos) – Il limite al 50% nel trasporto pubblico locale è possibile solo abbattendo il picco di domanda negli orari di punta, e quindi scaglionando gli orari di ingresso e uscita da scuola e le aperture delle attività commerciale. E’ quanto ritiene l’Agens, l’associazione confindustriale che rappresenta le principali aziende di trasporto pubblico locale e nazionale.
“Differenziazione degli orari di ingresso e di uscita delle scuole superiori in due fasce distanziate tra loro di 90 minuti; smart working spinto ai massimi livelli possibili; spostamento in avanti degli orari di apertura delle attività commerciali e terziarie dopo le ore 10”. Sono le misure sollecitate dall’associazione, che implicano una regia coordinata e condivisa delle città per abbattere il picco di domanda nell’orario di punta critico del mattino e rispettare così il limite di capacità al 50% dei mezzi confermato nell’ultimo Dpcm del 3 dicembre 2020. “Provvedimenti necessari e urgenti in vista della prevista riapertura delle scuole superiori il 7 gennaio 2021”, sottolinea una nota