Ciampi: patriota italiano ed europeo, cento anni fa la nascita a Livorno

Roma, 8 dic. (Adnkronos) – Patriota italiano ed europeo. E’ il tratto che contraddistingue Carlo Azeglio Ciampi, di cui il 9 dicembre ricorre il centenario della nascita, sintetizzato in quel “Viva la Repubblica italiana! Viva l’Unione europea! Viva l’Italia!” con cui conclude il suo discorso d’insediamento alla Presidenza della Repubblica. Alla massima carica istituzionale arriva il 13 maggio 1999, con una scelta che mette d’accordo tutte le principali forze politiche, tanto che viene eletto al primo scrutinio con 707 voti. Un’impresa che era riuscita solo ad Enrico De Nicola e Francesco Cossiga.
“Mai è venuto meno, dal Risorgimento a oggi, il senso profondo della patria, che ha poi consentito, nella Repubblica democratica, la piena pacificazione tra tutti gli italiani -dirà sempre nel suo intervento in occasione del giuramento davanti al Parlamento riunito in seduta comune- Proprio perché sappiamo profonde, e a tutti comuni, le radici della nostra italianità possiamo investire questo patrimonio nazionale. Investirlo soprattutto in Europa, in quell’Unione che ci ha visti sempre protagonisti nel costruirla”.
E come promesso sempre in quel discorso, nel suo settennato Ciampi dedica ogni sua forza all’unità nazionale, “convinto che proprio perché siamo così segnati da diversità, saremo anche capaci di più alta coesione, modernamente costruita sul pluralismo più che sulla omogeneità senza anima”.