Caso Gregoretti: ecco i tweet di Conte e Toninelli agli atti del processo/Adnkronos

Catania, 12 dic. (Adnkronos) – (dall’inviata Elvira Terranova) – “Anche la Corte di Strasburgo dà ragione al Governo e torto a Sea Watch. Dobbiamo garantire ai migranti viveri, cure e assistenza adeguata. Ed è quello che stiamo facendo. Ma non abbiamo obblighi sullo sbarco. E non li faremo sbarcare finché la Ue non batte un colpo. Avanti così”. E’ il 29 gennaio del 2019 e l’allora ministro dei Trasporti Danilo Toninelli scrive questo tweet, dopo l’ennesimo braccio di ferro con la nave Sea watch con a bordo centinaia di migranti. Il post, insieme ad altri ‘cinguettii’ dell’ex ministro che oggi è stato ascoltato all’udienza preliminare sul caso Gregoretti all’aula bunker Bicocca di Catania, è stato prodotto, come apprende l’Adnkronos, dalla difesa di Salvini, l’avvocato Giulia Bongiorno, in udienza. Sono una decina di tweet e interviste rilasciate da Toninelli quando era ministro dei Trasporti. Prodotto anche un post del premier Giuseppe Conte.
Oggi, nel corso della sua deposizione, come ha poi spiegato la stessa Bongiorno in conferenza stampa, Toninelli avrebbe espresso “molti non ricordo” soprattutto sulla vicenda di un’altra nave, la ong spagnola Open Arms. “Sono stata molto imbarazzata dai suoi non ricordo”, ha detto Bongiorno. Oggi Toninelli non avrebbe ricordato, tra l’altro, alcuni singoli casi di sbarco “perché erano tutti diversi”. E di “non avere avuto ruoli nei divieti di sbarco”. Ma l’avvocato Bongiorno ha mostrato a Toninelli i tweet prodotti dalla difesa. Eccoli: “C’è qualcuno che favorisce la partenza dei barconi della morte, ma il governo del cambiamento non è più disposto ad accettare questo stato di cose. L’Olanda conosceva da subito i reali intendimenti della Sea watch”, scrive Toninelli il 26 gennaio del 2019, parlando ancora della nave Sea watch. In questo modo la difesa vuole dimostrate che le scelte dell’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini erano condivisi con tutto il governo, tra cui, appunto, l’ex ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli.