Bpvi: Ugone (Risparmiatori), ’10 anni per Zonin? Speravamo richiesta più alta vista catastrofe’

Roma, 16 dic. (Adnkronos) – “Per noi quella di ieri, con le richieste di condanna, è stata una giornata importante. Importante soprattutto perché in molti dicevano, all’inizio, che questo processo non sarebbe mai iniziato perché c’erano gli intoccabili. Ma ci aspettavamo qualcosa in più per le richieste, visti i disagi, i danni e le catastrofi creati sul territorio e per molte famiglie”. Lo dice all’Adnkronos il presidente dell’associazione ‘Noi che credevamo nella Banca Popolare di Vicenza’ Luigi Ugone, commentando le richieste avanzate ieri dal pm Luigi Salvadori per gli imputati nel processo per il crac dell’istituto di credito.
“Dieci anni sono una richiesta importante – aggiunge Ugone – ma da qua ai prossimi 10 anni il territorio ancora soffrirà la cancellazione di miliardi di ricchezza di onesti cittadini e delle famiglie. Ancora più importante, per noi, sarà il giorno della sentenza. Il processo deve portare verità e giustizia in una situazione davvero catastrofica”, conclude.