Monza, Boateng e la telefonata di Silvio Berlusconi: così il Cavaliere ha convinto il Boa

Kevin-Prince Boateng ha rivelato il modo con cui Silvio Berlusconi lo ha convinto a scegliere il Monza, una telefonata particolare che lo ha costretto a cedere

Il Monza quest’anno fa sul serio, l’obiettivo è vincere il campionato di Serie B per conquistare l’agognata Serie A.

Berlusconi e Galliani
Foto Getty / Pier Marco Tacca

Silvio Berlusconi e Adriano Galliani non hanno badato a spese, costruendo una squadra competitiva che vede in Kevin-Prince Boateng e Mario Balotelli i pezzi da 90. Il ghanese è arrivato nel mercato estivo, mentre l’attaccante italiano ha firmato poche settimane fa da svincolato, accettando la proposta del Monza.

LEGGI ANCHE: Melissa Satta e Boateng si sono lasciati, i motivi della rottura

La chiamata di Berlusconi

Berlusconi
Marco Luzzani/Getty Images

Per convincere Boateng ad accettare il Monza è stata decisiva la telefonata di Silvio Berlusconi, intervenuto in prima persona per convincere il ghanese: “come mi ha convinto Silvio Berlusconi? Mi ha chiamato e mi ha detto ‘figlio mio, torna a casa’. Non c’era bisogno di molte altre parole. Il tema razzismo? Ora è nato il movimento ‘Black lives matter’ ma troppo poco è stato realizzato per contrastare il fenomeno. Nessun bianco mi ha mai detto di volermi sostenere in questa battaglia” le parole di Boateng al Corriere della Sera. “Qualcuno si astiene per paura, altri perché ritengono sia più vantaggioso non esporsi in una vicenda delicata che non li riguarda. Comandano i bianchi: se alzassero la voce loro, saremmo più ascoltati“.