Autogrill, nuovo Villoresi Ovest: architettura tra passato e futuro

Roma, 10 dic. (Adnkronos) – Il progetto dell’Autogrill nuovo, che oggi riapre e viene presentato dalla società, è stato curato dallo studio di architettura Andrea Langhi Design, e ha rispettato le proporzioni e dimensioni originali, omaggiando il design classico, dalle linee curve armoniose e dai colori caldi. All’esterno è stato mantenuto l’enorme tripode ad arco originale, icona storica dell’edificio e progettato per essere visibile da lontano.
Oggi, riprendendo l’idea originaria di illuminazione esterna della struttura, nel tripode sono state installate luci a led, che ne aumentano la visibilità nelle ore notturne e che potranno variare di colore a seconda delle occasioni. L’edificio centrale a forma di tronco di cono alla base del tripode è stato ricostruito con materiali moderni e ad alta efficienza energetica, come i vetri a doppia camera con pellicole filtranti per i raggi UV. La centrale termica è stata spostata esternamente per migliorare l’estetica e la funzionalità dell’edificio.
In questo contesto, dove il richiamo agli anni Cinquanta è stato il cuore pulsante della progettazione, si inserisce la collaborazione con Cometa (https://www.puntocometa.org/), realtà impegnata nell’accoglienza, nell’educazione e nella formazione di bambini e ragazzi in situazioni difficili. Cometa con la sua ‘Contrada degli Artigiani” ha realizzato, ad esempio, il grande tavolo in legno di barrique, posizionato al centro del ristorante, sotto il lampadario storico. Il progetto, realizzato per Autogrill, propone inusuali combinazioni di materiali di pregio, antichi o di recupero quali il legno delle botti di vino e gli scarti di lavorazioni del vetro di murano, che uniscono sapienza artigiana, riuso della materia e perfetto equilibrio estetico.