**Arte: Christo, gli eredi vendono all’asta la collezione privata** (2)

(Adnkronos) – Nello scorso maggio “abbiamo perso uno dei giganti dell’arte contemporanea”, ha dichiarato Simon Shaw, vice presidente di Sotheby’s. “Insieme alla sua compagna Jeanne-Claude, Christo ha cambiato il linguaggio visivo dell’arte in un modo che nessun altro artista aveva mai fatto prima, trasformando la prospettiva e le aspettative del pubblico su ciò che l’arte può essere e come può essere vissuta”.
L’asta anticiperà di sette mesi l’ultimo lavoro dell’artista Christo, che sarà realizzato postumo proprio a Parigi. Il maestro della Land Art con opere su grande scala, aveva programmato già due anni fa fa la ‘copertura’ dell’Arco di Trionfo a Parigi. L’opera temporanea “L’Arc de Trionphe, Wrapped” si terrà dal 18 settembre al 3 ottobre 2021, per volontà dettata dello stesso Christo.
L’Arco di Trionfo resterà coperto con i colori della bandiera francese in coordinamento con il Centro di Pompiodou e il Centro dei monumenti nazionali in Francia. Saranno utilizzati 25.000 metri quadrati di tessuto blu riciclato, che sarà fissato sull’Arco di Trionfo con 7.000 metri di corda rossa. Questo sarà il terzo grande progetto dell’artista Christo al quale parteciperà la società tedesca Geo – Die Luftwerker di Lubecca. I precedenti lavori congiunti sono stati nel 2013 “Big Air Package”, sul gasometro di 50 metri di altezza nella città tedesca di Oberhausen, e nel 2016 il progetto “The Floating Piers”, sul lago d’Iseo nel nord Italia. Nel 1995, Christo ha anche avvolto in plastica il Reichstag, l’edificio del Parlamento tedesco a Berlino.