Formula 1, aria di rottura tra Alfa Romeo e Ferrari: la scuderia di Maranello rischia di essere mollata

L'Alfa Romeo Racing potrebbe non rinnovare la partnership con la Ferrari, a rivelarlo è il team principal Vasseur mettendo in dubbio un ipotetico rinnovo

Il rapporto tra l’Alfa Romeo Racing e la Ferrari potrebbe interrompersi alla fine del 2021, ossia alla scadenza dell’attuale contratto di partnership. E’ una possibilità che non è stata esclusa da Frederic Vasseur, team principal della scuderia di Hinwil, che ha sottolineato come al momento la situazione si ancora in divenire.

Vasseur
Charles Coates/Getty Images

Intervenuto ai microfoni del quotidiano svizzero Blick, l’ingegnere francese non è apparso convinto sulle strategie future della Ferrari: “quella su Resta è una domanda molto difficile. Posso rispondere dicendo che a volte ci sono cose strane nella vita. Siamo legati alla Ferrari fino alla fine del 2021, poi dobbiamo analizzare a fondo la situazione perché il prossimo contratto dovrebbe essere dal 2022 al 2026 con le nuove vetture. Non si può mai dire mai: non sappiamo se il prossimo contratto sarà con la Ferrari. È come un matrimonio: non c’è garanzia che rimarrai con la stessa donna per sempre”.

LEGGI ANCHE: F1, Domenicali sicuro: “Leclerc potrebbe stancarsi della Ferrari”

Disastro totale

Robert Kubica
Foto Getty / Mark Thompson

Frederic Vasseur si è focalizzato sulle difficoltà palesate dalla Ferrari in questo 2020, sottolineando come nei prossimi mesi verrà presa una decisione su un eventuale futuro accordo: “in una partnership, bisogna sempre considerare che ci sono alti e bassi, quindi dobbiamo chiederci quale sia l’accordo migliore. Finora, però, la Ferrari è stata un partner solido. Purtroppo quest’anno deve essere stato un disastro totale per loro. E anche noi non possiamo essere soddisfatti dei nostri risultati, affidabilità a parte. Perlomeno rimarranno con noi il title sponsor Orlen e Robert Kubica, che ha fatto un ottimo lavoro“.