Coronavirus, l’Abruzzo si auto-proclama ‘zona arancione’ da domani: il Governo però frena

La Regione Abruzzo, tramite un'ordinanza del presidente Marsilio, si è proclamata autonomamente zona arancione, ma il Governo frena

L’Italia esce ufficialmente dalla zona rossa, l’Abruzzo infatti ha autonomamente annunciato di passare domani nella fascia arancione, in seguito ad un’ordinanza firmata dal governatore Marco Marsilio. Già da domani mattina dunque si applicheranno sul territorio abruzzese le misure anti-Coronavirus proprie della zona arancione, mentre mercoledì 9 riapriranno le scuole, dopo esattamente 21 giorni di disciplina in zona rossa.

La nota della Regione Abruzzo

Chris McGrath/Getty Images

Questa la nota ufficiale pubblicata dalla Regione Abruzzo, per mano del governatore Marsilio: “i dati di due successivi report della Cabina di Regia nazionale e quelli dell’ultimo fine settimana dimostrano che l’obiettivo è stato raggiunto nel minor tempo possibile e, come auspicato, in tempo utile a riaprire le attività commerciali per l’inizio della stagione natalizia. La stessa Cabina di Regia nazionale aveva dato atto positivamente che la Regione aveva adottato in anticipo la disciplina più restrittiva. Si è così contemperata l’esigenza – che rimane prioritaria – di salvaguardare la salute pubblica e la vita umana, con quella di garantire la tenuta sociale ed economica”.

I ringraziamenti al ministro Speranza

Speranza
Franco Origlia/Getty Images

Nella nota non mancano poi i ringraziamenti al ministro Speranza, coinvolto prima della pubblicazione dell’ordinanza: “l’interlocuzione con il Ministro, che è stato informato prima dell’adozione del provvedimento, si è svolta sempre all’insegna della reciproca correttezza e leale collaborazione istituzionale, della quale il presidente Marsilio ringrazia il Ministro Speranza. Tuttavia, il presidente ha ritenuto di doversi assumere la responsabilità di evitare che un’applicazione letterale delle norme vigenti provocasse all’Abruzzo un trattamento sproporzionato e dannoso”.

La precisazione del Governo

Giuseppe Conte
Stephanie Keith/Getty Images

Stando a quanto riferisce l’Ansa però, fonti vicine al Governo rivelano come il premier e i suoi ministri non abbiano avallato il passaggio alla zona arancione già da domani: “la Regione Abruzzo aveva anticipato l’ingresso in zona rossa rispetto all’ordinanza del governo. La cabina di regia che monitora i dati di tutte le regioni ha riconosciuto questa anticipazione che avrebbe potuto portare alla zona arancione nella giornata di mercoledì. La scadenza dei 21 giorni è però prevista per mercoledì, non per lunedì. Quindi non c’è avallo su questa ulteriore anticipazione”.