maverick vinales
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Per qualche settimana, nel corso di questa stagione, Maverick Viñales ha sperato di conquistare il titolo mondiale, salvo poi accorgersi come la sua M1 non fosse al livello delle altre moto. Lo spagnolo si è arreso nell’ultima parte di stagione, sopraffatto dalla delusione e dall’impotenza, dettate dall’impossibilità di competere con una Yamaha troppo inferiore rispetto agli avversari.

Vinales
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Nel post gara a Valencia, Viñales non ha usato mezze misure: “siamo lontani dalle altre moto, io faccio solo il mio lavoro  provo a restare positivo. Non voglio pensare troppo a quanto andasse bene la moto del 2019. Non chiedo nemmeno, provo solamente a dare le informazioni migliori ed impegnarmi al massimo. Non abbiamo avuto armi per lottare per il titolo. Incrocio le dita per l’anno prossimo. Per il bene di Yamaha, spero che cambino la moto, siamo nel mezzo del caos. Quello che è successo a Fabio è avvenuto a me nel 2017, già sono quattro anni in cui le cose vanno nello stesso modo“.