Parole che pesano come macigni, Thuram lascia tutti di stucco: “l’Italia accetta il razzismo”

L'ex difensore francese ha attaccato duramente l'Italia, accusandola di conoscere bene il problema del razzismo ma di accettarlo in silenzio

Sono davvero pesanti le parole di Lilian Thuram nei confronti dell’Italia, accusata dall’ex difensore francese si accettare il problema del razzismo senza risolverlo.

Thuram
Vittorio Zunino Celotto/Getty Images

Una piaga sociale che colpisce tutti i Paesi d’Europa, ma se in altre zone è forte il sentimento di contrasto, secondo Thuram in Italia non si fa nulla per combattere le discriminazioni razziali. Interrogato dalla ‘Stampa’, il francese ha attaccato: “in Italia c’è un vero problema razzismo e quello che mi rende più triste è che lo si accetti. C’è ipocrisia per cui si dice che non è possibile accettarlo, ma ciò che emerge negli stadi è l’immagine della società. Il razzismo esiste ovunque. Le nostre società si sono costruite sull’idea che essere bianchi è meglio, come sull’idea che essere uomini è meglio che essere donne. Lo stesso avviene relativamente all’essere eterosessuali. Mio figlio Marcus in Italia? Bisogna lasciare i figli liberi di compiere le loro scelte ma il calcio italiano non è più lo stesso“.