Coronavirus Bacio mascherina
Foto Getty / Kevin Frayer

Il nuovo Dpcm è entrato in vigore dalla mattina del 6 novembre, dunque le misure anti-Covid esposte dal premier Conte nella serata del 4 novembre sono adesso in vigore. Nonostante le spiegazioni del presidente del Consiglio però, sono molte le situazione caotiche che non sono state ben spiegate. Tra queste anche la possibilità di vedere amici e congiunti nelle varie zone in cui è stata divista l’Italia, una situazione non regolamentata a dovere che richiede una spiegazione.

Si può andare a trovare i congiunti? Ecco cosa dice il Dpcm:

Nelle zone gialle, dalle ore 22 alle 5 del mattino si può uscire solo per comprovate ragioni di lavoro, necessità o salute. Durante le restanti ore della giornata invece è ‘fortemente raccomandato’ di non spostarsi, se non per esigenze di lavoro, studio, salute, necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi. Si possono incontrare i familiari non conviventi, come gli amici, dal momento che non è vietato spostarsi ma l’invito è a usare la mascherina anche in casa in presenza di persone non conviventi.

Nella zona arancione sono vietati spostamenti in uscita e in entrata dai territori, a meno di comprovate esigenze di lavoro, necessità o salute. Mentre nelle zone rosse sono vietati anche gli spostamenti all’interno del territorio, a meno che non ci siano comprovate esigenze lavorative, di necessità o salute. Per questo motivo, per incontrare i familiari non conviventi in zone arancioni e rosse serve una comprovata esigenza di necessità o salute da indicare nell’autocertificazione.