Sainz
Pool/Getty Images

Il Mondiale 2020 di Formula 1 volge ormai al termine, così come l’avventura di Carlos Sainz con la McLaren. Dopodiché potrà iniziare il capitolo Ferrari, che lo spagnolo spera di impreziosire con grandi prestazioni e, perché no, anche molte vittorie.

Peter Fox/Getty Images

Intervistato da MotorsportWeek.com sui motivi che hanno spinto il Cavallino a puntare su di lui, lo spagnolo ha ammesso: “la Ferrari mi ha contattato non solo perché ha visto i miei risultati durante tutta la stagione 2019, ma perché c’erano anche molti altri fattori da considerare. Le persone da fuori parlano del podio in Brasile o della posizione finale in campionato, ma so che da dentro le squadre fanno analisi più approfondite. In Formula 1 ci sono dei dettagli molto importanti da considerare, e non si guarda mai esclusivamente ai grandi numeri. Nel nostro campionato le prestazioni dipendono da una lunghissima serie di variabili, molto più che nella maggioranza degli altri sport. Alla Ferrari hanno valutato queste variabili, cercando di estrarre il significato delle mie prestazioni più che andare a vedere questo o quel risultato”.