Sainz
Pool/Getty Images

Carlos Sainz potrebbe e vorrebbe guidare la Ferrari già in questo 2020, così da prendere confidenza con la vettura in vista del 2021. I test di Abu Dhabi in programma a fine stagione sarebbero l’occasione perfetta, ma si tratta di una sessione dedicata solo ai giovani piloti, che non hanno esperienza in Formula 1.

Joe Portlock/Getty Images

Le scuderie però stanno lavorando sulla possibilità di avere una deroga, che varrebbe dunque non solo per la Ferrari, ma anche per tutti i team che schiereranno piloti nuovi nel 2021. E’ il caso della Renault con Alonso, della Racing Point con Vettel e della McLaren con Ricciardo: tutte squadre che gradirebbero far girare i piloti con le proprie vetture per prepararsi al meglio alla nuova stagione. Per far sì che ciò accada serve non solo il via libera di tutti i team ma anche quello della FIA, che al momento non sembra essere d’accordo.

Peter Fox/Getty Images

Sulla questione si è soffermato Carlos Sainz, che ha espresso il proprio punto di vista: “è praticamente impossibile per noi prepararci per una stagione con un giorno e mezzo di test. Vorrei avere il permesso di guidare la Ferrari ad Abu Dhabi per il test dei giovani piloti, penso che non sia un segreto. Ma non dipende da me, dipende dagli interessi personali delle altre squadre che dovrebbero essere d’accordo e pure la FIA deve dare il suo assenso. Se non fosse così, la mancanza di test renderà la mia prima metà della stagione alla Ferrari molto difficile. Non capisco perché durante l’inverno ci sia un test di soli tre giorni, che è fondamentalmente un giorno e mezzo per pilota. Non sono per nulla favorevole a questa regola“.