Valentino Rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Il Coronavirus prima e la Yamaha dopo hanno messo in ginocchio Valentino Rossi, che non riesce più a rimanere stabilmente nella parte alta della classifica di MotoGp.

Valentino Rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Il Dottore delude anche in Qualifica, non riuscendo a staccare il pass per la Q2 incassando sette decimi da Fabio Quartararo, un gap pesante e difficile da digerire. Il risultato è un sedicesimo posto in griglia che non può assolutamente soddisfare il pesarese, nonostante i numerosi problemi che la M1 continua a palesare di settimana in settimana. Poco feeling con le gomme e difficoltà di entrata in curva sono i guai più evidenti, ma sotto il ‘vestito’ sono anche altre le cose che non vanno assolutamente.

Rossi e Morbidelli
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Nemmeno il tocco di Valentino Rossi serve più a mascherare questi problemi, sempre più evidenti e difficili da gestire. Colpe è difficile assegnarne, ma sicuramente qualcuno dovrà assumersene in futuro, per evitare che la Yamaha continui ad arrancare al cospetto di moto al momento più veloci come Suzuki e KTM. L’unico sorriso a Valentino Rossi lo regala Franco Morbidelli, che centra la pole position a Valencia con quella moto che il Dottore guiderà l’anno prossimo. L’italo-brasiliano chiude davanti a Miller e Nakagami, con Viñales che si piazza sesto e in seconda fila, mentre Fabio Quartararo e Joan Mir partiranno undicesimo e dodicesimo.