Rodrygo
Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images

L’Inter continua a inanellare brutte figure in questa edizione della Champions League, dopo i due pareggi ottenuti contro Borussia e Shakhtar, i nerazzurri perdono in casa contro un Real Madrid tutt’altro che imbattibile.

Benzema
Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images

La squadra di Conte è abile a recuperare il doppio svantaggio del primo tempo con Lautaro e Perisic, ma cade poi nel finale a causa del gol di Rodygo, che fissa il punteggio sul 3-2. Un ko che complica maledettamente il cammino dell’Inter, adesso ultima nel girone e costretta a battere i blancos a San Siro, dove non saranno ammessi altri passi falsi. Un’occasione sprecata per i nerazzurri, battuti da uno dei Real Madrid peggiori degli ultimi anni, macchinoso in difesa e impreciso in attacco.

Lautaro
Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images

Eppure Handanovic e compagni riescono a subire tre gol, prestando il fianco proprio nel momento migliore della partita, quando dopo il 2-2 avrebbero potuto anche calare il tris. Troppo molle la squadra di Conte però per aspirare a qualcosa di più, troppo spaesata senza Lukaku in attacco, la cui assenza pesa come un macigno nel gioco nerazzurro. A tre giornate dalla fine del girone, l’Inter ha un piede fuori dalla Champions: senza una immediata reazione, sarà difficile da arpionare addirittura anche l’Europa League.