Petacchi
Spencer Platt/Getty Images

Sono pesantissime le ammissione di Danilo Hondo al Tribunale regionale di Monaco di Baviera, l’ex corridore tedesco ha infatti rivelato di essersi dopato insieme ad Alessandro Petacchi, all’epoca suo compagno di squadra.

Doug Pensinger/Getty Images

Queste pratiche dopanti sarebbero state eseguite dal dottor Mark Schmidt di Erfurt, a cui Petacchi ha sempre negato di essersi rivolto in vita sua. Le parole di Hondo però adesso fanno venire a galla la verità: “se hai un rapporto così stretto, quasi fraterno, allora non hai problemi a doparti insieme in una stanza“. I due ex corridori sono tutt’oggi buoni amici, ma queste dichiarazioni rischiano di minare il rapporto tra i due, considerando come il nome di Petacchi ne esce ancora di più infangato dopo la squalifica di due anni comminatagli dall’UCI per aver violato le regole antidoping tra il 2012 e il 2013. Hondo inoltre ha rivelato di essere stato convinto a doparsi da Mark Schmidt nel 2011, avviando una collaborazione con il medico tedesco costata circa 25.000 euro.