valentino rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Un piccolo passettino in avanti in qualifica, ma niente di trascendentale. Valentino Rossi partirà domani diciassettesimo sulla griglia di partenza del GP del Portogallo, una conseguenza di quanto accaduto questo pomeriggio in pista.

Valentino Rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Il Dottore comunque nel post gara non è sembrato alquanto deluso, ma piuttosto deciso a riscattarsi in gara: “ieri è stata una giornata difficile, perché siamo partiti troppo lontani. Avevo dei problemi a guidare la moto al massimo e non ero a mio agio. Abbiamo provato diversi set-up, ma è andata male. Oggi abbiamo lavorato meglio e siamo riusciti a migliorare, soprattutto a livello di passo, perché stresso meno le gomme ed ho un feeling migliore. Sono tutti molto veloci e noi non lo siamo, ma siamo migliorati ed ora dobbiamo provare a risolvere ancora qualche problemino in vista della gara. Sicuramente parto indietro, ma ci sono tanti piloti con un passo simile, quindi dobbiamo cercare di fare del nostro meglio e di raccogliere più punti possibile per risalire un po’ in classifica“.

Valentino Rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Il pilota della Yamaha poi ha escluso che questi problemi dipendano dal Coronavirus: “ho recuperato completamente, ma da subito. Dopo cinque giorni stavo già bene, ma poi ho deciso di aspettare 10 giorni prima di allenarmi. Poi ho ricominciato a farlo tre ore al giorno e le performance sono sempre sono quelle. Forse più che altro mi vedete che vado piano, ma fisicamente sto bene. Ho usato questo tempo per allenarmi e mi sento piuttosto in forma. Purtroppo non è quello, vado solo piano. Ultima gara? Non sono particolarmente contento che finisca quest’anno, se ci fossero state altre due gare, le avrei fatte“.

Valentino Rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Il Dottore poi ha parlato ai microfoni di Sky Sport MotoGp, rilasciando un’intervista a Sandro Donato Grosso: “ho un po’ paura di diventare grande, anche se penso sia consapevolezza che ci sarà una parte di vita diversa. Ci saranno altre soddisfazioni, che però non saranno mai paragonabili a essere pilota della MotoGP. Mi piacerebbe diventare padre, se devo aspettare di essere pronto non succederà mai. Quindi a un certo punto getterò il cuore oltre l’ostacolo. E’ anche importante avere al proprio fianco la donna giusta, che ti fa stare bene. Il mio futuro? Penso che deciderò durante la prossima estate se continuare o meno. Non ho ancora deciso di smettere. Spero che il prossimo anno in Europa si corra con le date giuste, ci sarà una piccola pausa nel mezzo e penso che lì deciderò. Datemi ancora un po’ di tempo, vi faccio sapere io“.