binotto
Mark Thompson/Getty Images

Non è volato in Turchia per il Gran Premio, preferendo rimanere in fabbrica a Maranello per seguire i lavori di sviluppo della monoposto 2021. Mattia Binotto segue comunque con attenzione quanto sta succedendo all’Istanbul Park, sperando in un buon week-end che possa regalare sorrisi e ottimismo all’intera squadra.

Binotto
Peter Fox/Getty Images

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, il team principal del Cavallino ha ammesso: “penso che bisogna coprire il ruolo come meglio crediamo. Qui in fabbrica ci sono migliaia di persone da gestire, non c’è solo il weekend di gara che è soltanto la parte finale del nostro lavoro. In questa fase della stagione è più importante essere qui. È importante essere qui e penso che anche l’anno prossimo, se si faranno davvero 23 gare, non sarò presente a tutte. Il 2021? Siamo a un punto avanzato, il prossimo anno sarà particolare perché diverse componenti sono congelate. Stiamo spingendo su due fronti: aerodinamica, con tanto lavoro in galleria del vento, e motore, che sarà completamente nuovo. Ci sono ancora diverse settimane importanti di lavoro, abbiamo ancora 4-5 settimane importanti di sviluppo. All’inizio del prossimo anno poi si potrà andare finalmente a lavorare anche sull’aerodinamica del 2022″.

Hamilton e Vettel
Pool/Getty Images

Infine, Binotto si è soffermato sui progressi mostrati dalla Ferrari: “è migliorata, c’è più fiducia e confidenza nella macchina. Si è visto un miglioramento a Portimao e a Imola, il trend si sta confermando. Oggi non speravamo nella pioggia, ma c’è e c’è per tutti. Weekend jolly? Non lo so, credo comunque che le Mercedes siano più forti. Noi dobbiamo cercare di fare bene, sono convinto che potremo fare una buona gara”.