Getty Images

Christian Obodo ha provato nuovamente le brutte sensazioni di un sequestro, il nigeriano è stato infatti rapito un’altra volta a distanza di 8 anni dall’ultima disavventura, avvenuta nel 2012.

Obodo
Luis Bagu/Getty Images

Questa volta l’ex giocatore di Udinese, Fiorentina e Perugia è stato tenuto per 4 ore dentro il bagagliaio di un’auto, come riferito da lui stesso ai microfoni di Brila FM: “è stato davvero spiacevole essere rinchiuso per quattro ore nel bagagliaio della macchina e al caldo. I rapitori mi hanno persino raccontato di come hanno perso denaro per aver scommesso sul gol della Nigeria nel secondo tempo. Non mi hanno ferito né intimidito, però onestamente non riesco a capire il motivo per cui qualcuno vuole farmi affrontare questo genere di cose di nuovo“.