Lazio
Paolo Bruno/Getty Images

Lo sentiva, lo annusava. Lo teneva già tra le dita il successo la Juventus, prima della zampata del solito Felipe Caicedo. Un altro gol nel recupero, il sesto per l’attaccante biancoceleste, che regala così un punto insperato a Simone Inzaghi proprio all’ultimo respiro.

Correa
Marco Rosi/Getty Images

Una settimana fa la rete contro il Torino per la vittoria, oggi quella per il pari contro una Juventus perfetta fino all’entrata in campo di Paulo Dybala. La Joya è il protagonista in negativo degli ultimi minuti di gioco, in particolare della palla persa in contropiede poco prima del gol di Caicedo, che un po’ è anche sulla coscienza dell’argentino. La copertina però è tutta del giocatore ecuadoriano, autentica arma in più di Simone Inzaghi che, quando il match si fa duro nei minuti finali, si affida alla sua pantera per dare il via alla rimonta.

Juventus
Marco Rosi/Getty Images

Ne sa qualcosa adesso anche la Juventus, costretta ad ingoiare un boccone amarissimo dopo aver tenuto in pugno la partita dell’Olimpico dall’inizio alla fine, cadendo proprio all’ultimo respiro e perdendo il vantaggio firmato Ronaldo. Serpentina splendida di Correa e girata perfetta di Caicedo, Inzaghi in estasi e Pirlo impassibile. E’ il bello del calcio, è il bello dei minuti di recupero. Soprattutto grazie a quell’attaccante venuto dall’Ecuador