Roma, 2 nov. (Adnkronos) – Slitta al 31 dicembre la scadenza per l’operazione che dovrebbe vedere Fincantieri prendere il controllo degli Chantiers de l’Atlantique, i cantieri navali francesi di Saint Nazaire. Inizialmente prevista per il 31 ottobre Fincantieri conferma la proroga di due mesi della scadenza. A rallentare il processo frutto dell’accordo firmato a Lione nel settembre dal 2017 da Italia e Francia è la Commissione Europa che non ha ancora dato una risposta all’inchiesta aperta nell’ottobre del 2019 e il cui processo è stato interrotto causa emergenza coronavirus. Il 17 aprile scorso, infatti, la Dg Competition ha deciso di sospendere il termine, fissato per il 17 aprile, per la decisione relativa all’acquisizione di Chantiers de l’Atlantique da parte di Fincantieri.
L’accordo di Lione prevede che Fincantieri acquisti il 50% di Stx France, la società che controlla i cantieri navali situati sulla costa atlantica francese, mentre un 1% aggiuntivo sarà dato in prestito dallo Stato francese in modo da permettere al gruppo guidato da Giuseppe Bono di prenderne il controllo. Attualmente l’84,3% degli Chantiers de l’Atlantique in mano dello Stato francese. L’11,7% è detenuto da Naval Group. A gennaio invece ha visto la luce Naviris, la joint venture nel settore militare tra Naval Group e Fincantieri.
Comunque al momento nessuna cancellazione degli ordini sia per Fincantieri che per i Chantiers de l’Atlantique, produttore anche di navi da crociera e in particolare quelle maxi. Gli armatori, infatti, sembrano essere fiduciosi circa una ripresa del settore.