Federica Pellegrini
Paolo Bruno/Getty Images

Una splendida notizia per Federica Pellegrini, la Divina infatti può già considerarsi qualificata alle prossime Olimpiadi, grazie a una deroga che le verrà riconosciuta dalla Federazione. Come noto, per qualificarsi ai Giochi bisogna ottenere un tempo limite in due eventi definiti Trials, nei quali vengono assegnati i pass per Tokyo 2021.

Pellegrini
Paolo Bruno/Getty Images

Il primo di questi eventi è in programma a Riccione, dove il 14 dicembre si terranno gli Assoluti Invernali. A causa del Coronavirus, Federica Pellegrini non riuscirebbe a preparare in tempo questo appuntamento, considerando i 20 giorni di stop dovuti alla malattia. Per questo motivo, il dt Cesare Butini ha deciso di far valere i tempi fatti segnare nei 200 sl dalla Divina nel 2019, ovvero l’1’54””22 ai Mondiali e l’1’56″36 agli Assoluti invernali.

Federica Pellegrini
Paolo Bruno/Getty Images

Butini ha rassicurato sia la Pellegrini che il suo allenatore Giunta, garantendogli un posto per Tokyo 2021: dove la nuotatrice veneta andrà a caccia della quinta finale olimpica consecutiva nella stessa gara, un’impresa riuscita solo a Michael Phelps nei 200 farfalla. La stessa deroga prevista per la Pellegrini andrà anche ad altri 4 azzurri, reduci da grandi tempi estivi: Gabriele Detti nei 400-800 sl (3’43”73 e 7’46”04), Marco De Tullio (3’44”94), entrambi da 1’46” anche nei 200 sl, Federico Burdisso (1’54”83 nei 200 farfalla) e Martina Caramignoli (8’24”16 e 15’56”06 tra 800-1500). Tutti positivi al Coronavirus a Livigno.