Vettel
Pool/Getty Images

Alla fine di questa stagione, le strade della Ferrari e di Sebastian Vettel si separeranno dopo ben sei anni, caratterizzati da pochi alti e molti bassi. L’obiettivo iridato non è stato raggiunto, ma comunque il tedesco si è sentito di ringraziare il team di Maranello per quanto è riuscito a trasmettergli, oltre che per aver realizzato il suo sogno.

Vettel
Peter Fox/Getty Images

Intervistato dal Corriere dello Sport, Vettel ha ammesso: “ero un fan della Ferrari già da bambino, lo sono ancora oggi e lo sarò anche in futuro, anche quando saremo rivali. Michael Schumacher rimane la più grande ispirazione della mia vita, e l’ho sempre visto in rosso. Conserverò con me tutti i ricordi positivi di questa fantastica esperienza, dal primo podio al debutto nel 2015 alla prima vittoria nella seconda gara in Malesia. Ci sono sempre alti e bassi quando si tracciano dei bilanci, ma ho incontrato delle persone fantastiche e ho fatto delle vere amicizie a Maranello. Ho pensato molto al ritiro quando ho saputo di non essere stato riconfermato per il 2021, ma credo di poter dare ancora qualcosa alla Formula 1. Per questo ho accettato l’offerta di Aston Martin, tuttavia non mi vedo qui a 40 anni come Kimi Raikkonen“.