Hamilton
Mark Thompson/Getty Images

Lewis Hamilton è vicinissimo a vincere il suo settimo titolo iridato in carriera, eguagliando niente meno che Michael Schumacher. Basterà una vittoria al pilota britannico per festeggiare, indipendentemente dai risultati di Bottas, rimasto l’unico in grado di preoccuparlo.

Hamilton
Bryn Lennon/Getty Images

La vittoria del Mondiale, il sesto negli ultimi sette anni, lo renderebbe fiero, ma non allo stesso modo di quando combatte per i diritti umani. Lo ha spiegato lo stesso Hamilton in conferenza stampa, alla vigilia del week-end in Turchia: vincere un titolo mondiale è qualcosa di personale, lotti contro avversari molto forti, ma il pilota è un individuo, per cui questo risultato non ha necessariamente un impatto sulla vita degli altri. Mentre il lavoro che faccio all’esterno della pista, per cercare di migliorare le condizioni delle persone, verso l’eguaglianza e la parità dei diritti umani per tutti, è un qualcosa di più grande e di cui vado molto più fiero