Formula 1, l’Aston Martin vuole anticipare l’arrivo di Sebastian Vettel: la Ferrari però fa muro

Il team principal della futura Aston Martin ha sottolineato di non avere ancora parlato con la Ferrari per avere Vettel in occasione dei test di Abu Dhabi

Mancano tre gare alla fine del Mondiale 2020, che non ha comunque più nulla da assegnare. La Mercedes ha vinto il titolo Costruttori e Hamilton quello piloti, dunque gli appuntamenti in programma in Bahrain (doppia gara) e Abu Dhabi metteranno in palio ‘solo’ la vittoria di tappa.

Vettel
Pool/Getty Images

Dopo questi tre avvenimenti ci sarà un test per i giovani piloti, in programma sulla pista di Yas Marina il 13 dicembre. In quell’occasione, alcune squadre sperano di poter schierare le proprie new-entries, così da anticipare i tempi in vista del 2021. La Racing Point, che diventerà Aston Martin, vorrebbe far girare Vettel ad Abu Dhabi, ma difficilmente la Ferrari concederà questa opportunità a una scuderia rivale.

Szafnauer
Charles Coates/Getty Images

Sulla questione si è soffermato Otmar Szafnauer, ammettendo di non aver ancora parlato con Binotto: “non abbiamo ancora chiesto alla Ferrari se Sebastian Vettel potrà essere liberato in anticipo per iniziare a lavorare con noi. Fino a gennaio è sotto contratto con la scuderia di Maranello, dunque difficilmente potrà lavorare prima con noi”.