Vaccino
Mario Tama/Getty Images

Il vaccino anti-Coronavirus è stato praticamente approvato dall’Aifa, dunque nelle prossime settimane potranno già arrivare le prime dosi per i Paesi Europei. L’Italia potrebbe averne quasi due milioni, che verranno utilizzate per le persone più a rischio, ossia sanitari e anziani.

Coronavirus
Michele Lapini/Getty Images

Dopodiché si provvederà a vaccinare il resto della popolazione che, secondo il virologo Pregliasco, potrebbe essere tutta vaccinata entro Natale 2021: “ritengo che ci vorrà almeno un annetto per vaccinare tutta la popolazione italiana, diciamo per il Natale del 2021. Credo che si possa seguire lo schema americano che si basa su decisioni molto ragionevoli anche per l’Italia. La priorità saranno il personale ad alto rischio, come chi lavora al pronto soccorso, e chi è più fragile, ovvero chi vive nelle Rsa. Poi via via tutta la popolazione sulla base di quattro step ben precisi”.

Pablo Blazquez Dominguez/Getty Images

Sul prossimo Dpcm, Pregliasco ha ammesso: “bisognerà stare attenti a non sbrodolare, insomma a non esagerare. Si tratta di una decisione politica più che tecnica, ma ritengo che si possa arrivare all’apertura di qualche negozio per consentire gli acquisti di Natale e all’apertura dei ristoranti nelle zone non pesantemente colpite dal Covid-19. Via libera anche alle cene in casa, ma senza troppe persone”.