Nuoto
Sean Gallup/Getty Images

Lo sport rimarrà fermo anche nel mese di dicembre, lo ha sottolineato Vincenzo Spadafora nel corso dell’ultima puntata di ‘Porta a Porta’, andata in onda ieri sera. Il ministro dello Sport ha ammesso come non ci siano le condizioni per far ripartire il settore, dunque non ci saranno novità in merito per quanto riguarda il Dpcm che entrerà in vigore il 4 dicembre.

Spadafora
Pool/Getty Images

Chiuse dunque palestre e piscine, così come restano sospese le attività sportive al momento ferme: “credo che tutte le realtà che abbiamo chiuso con l’ultimo Dpcm, non solo palestre e piscine, resteranno chiuse anche a dicembre. Non possiamo ripetere l’effetto che abbiamo avuto in estate, dove prima dell’estate pensavamo di aver superato. Anche se tra 2 settimane i dati dovessero essere migliori perché saranno il frutto, gli effetti delle decisioni misure prese, dobbiamo però superare l’inverno, facendo sacrifici. Naturalmente, questo vorrà dire che aiuteremo questi settori anche per tutto il tempo ulteriore in cui resteranno chiusi”.

spadafora
Claudio Villa – foto Getty

Spadafora poi ha concluso: “non esistono le condizioni sanitarie in questo momento per poter prevedere nel nuovo Dpcm, quello che entrerà in vigore dopo il 4 dicembre, nuove aperture per quanto riguarda lo sport. Capisco che sarà una sofferenza ulteriore per tutto questo mondo, però oggi non esistono le condizioni quindi è bene prepararsi a una proroga di queste chiusure“.