Carsten Koall/Getty Images

Le prossime feste natalizie saranno completamente diverse rispetto a quelle degli scorsi anni, il Coronavirus renderà più sobrio sia Natale che il Capodanno, con misure restrittive che i cittadini dovranno rispettare.

Natale
Leon Neal/Getty Images

Lo ha confermato anche Sandra Zampa, sottosegretaria alla Salute, interrogata sulle prossime festività: “questo Natale dobbiamo sforzarci di essere il meno numerosi possibile, perché più si allarga la cerchia di persone che non si frequenta abitualmente e maggiore è il rischio. Immagino si possa dire 5-6 persone al massimo ai cenoni, ma è ovvio che non sarà possibile controllarlo. Mancano 40 giorni a Natale e in questo momento i dati epidemiologici ci dicono che non ci si può spostare tra Regioni. Ci aspettiamo che i numeri migliorino e che quindi siano possibili delle deroghe. Non saranno permessi ritrovi di piazza e feste, saranno adeguatamente normati con il coprifuoco anche Natale e Capodanno perché, a differenza di questa estate, non ci saranno deroghe. Non possiamo immaginare una terza ondata“.