Coronavirus, il premier Conte anticipa le nuove misure: “niente più zone rosse, ma le vacanze sono bandite”

Il premier Conte ha parlato sulle prossime misure anti-Coronavirus che il Governo adotterà nel nuovo Dpcm, soffermandosi anche sul Natale

I dati sull’emergenza Coronavirus in Italia stanno migliorando di giorno in giorno, ma il premier Conte e il Governo non hanno intenzione di abbassare la guardia. Possibile l’allenamento di alcune misure nei prossimi giorni, ma a Natale non ci saranno vacanze indiscriminate.

Conte
Chris J Ratcliffe/Getty Images

Lo ha ammesso il presidente del Consiglio a ‘Otto e mezzo’ su La7: “sullo spostamento tra regioni a Natale, ci stiamo lavorando ma se continuiamo così a fine mese non avremo più zone rosse. Tuttavia, il periodo natalizio richiede misure ad hoc. Si rischia altrimenti di ripetere il Ferragosto e non ce lo possiamo permettere: consentire tutte occasioni di socialità tipiche del periodo natalizio non è possibile. Non possiamo concederci vacanze indiscriminate sulla neve. Anche per gli impianti da sci, il problema del protocollo è un conto, ma tutto ciò che ruota attorno alle vacanze sulla neve è incontrollabile. Cercheremo di aprire le scuole prima di Natale. Stiamo lavorando per questo. Il vaccino? Sarà disponibile prima per le categorie vulnerabili ed esposte. Penso che il vaccino ci sarà da fine gennaio. Non c’è un orientamento per l’obbligo del vaccino, ma lo raccomandiamo. L’obbligo è una scelta forte. Io lo farò senz’altro perchè quando sarà ammesso sarà sicuro e testato”.