Coronavirus, il premier Conte senza mezze misure: “Natale senza veglioni, vietati anche baci e abbracci”

Il premier Conte ha sottolineato che a Natale non ci si potrà distrarre, bisognerà rispettare le misure anti-Covid e i festeggiamenti saranno sobri

Il Natale che sta arrivando sarà completamente diverso rispetto a quelli passati, lo ha assicurato il premier Conte nel corso di un intervento all’Assemblea Anci.

Conte
Chris J Ratcliffe/Getty Images

Il presidente del Consiglio ha sottolineato come le festività natalizie saranno sobrie, altrimenti si rischierebbe una nuova impennata della curva dei contagi: “il Governo non ha la palla di vetro, anche se ci sono primi segnali positivi. Non possiamo prevedere la situazione epidemiologica in prossimità del Natale. Dobbiamo predisporci ad un Natale più sobrio, senza veglioni, baci e abbracci. Pagheremmo a gennaio con più decessi. Una settimana di socialità scatenata significherebbe pagare a gennaio un innalzamento brusco della curva, in termini di decessi, stress sulle terapie intensive. Non ce lo possiamo permettere. Dobbiamo prepararci a un Natale più sobrio, anche se pensiamo ci si possa scambiare doni e permettere all’economia di crescere“.