Maradona
Marcos Brindicci/Getty Images

Migliorano di ora in ora le condizioni di Diego Armando Maradona, anche se resta ricoverato presso il reparto di terapia intensiva della Clinica Olivos di Buenos Aires dopo l’intervento al cervello.

Maradona
Rodrigo Valle/Getty Images

Il medico Leopoldo Luque, che segue da vicino il Diez, è tornato a parlare ai microfoni dei giornalisti presenti fuori dalla struttura sanitaria, facendo una sorprendente rivelazione: “per prima cosa vorrei dire che Diego sta bene. E anche la tomografia a cui è stato sottoposto è andata bene. Abbiamo perfino ballato… sì, ballato. A margine di tutto questo, abbiamo rilevato degli episodi di ‘confusione’ e, assieme ai colleghi del reparto di terapia intensiva, li abbiamo associati a un quadro di astinenza. Quindi pensiamo debba rimanere ancora qui, è la cosa migliore per Diego e lui lo sa“. I numerosi farmaci assunti da Maradona negli ultimi anni non stanno facendo più effetto sul suo corpo, anzi potrebbero essere anche tossici per il suo organismo dunque i medici li hanno sospesi tenendo il Diez sotto osservazione.