Vinales e Rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

L’indagine del collegio dei commissari FIM è durata lo spazio di un pomeriggio, in serata infatti è stato deciso di sanzionare la Yamaha per aver apportato in occasione del GP di Jerez delle modifiche tecniche ad un motore già omologato, senza chiedere l’approvazione dell’Associazione Costruttori.

Quartararo
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Per questa violazione, la Casa di Iwata è stata sanzionata con 50 punti di penalizzazione nella classifica Costruttori, il doppio di quanto ottenuto in pista da Fabio Quartararo, vincitore della gara davanti a Vinales e Dovizioso. Una sanzione che obbliga la Yamaha a passare dal primo al terzo posto della graduatoria. Pagano inoltre anche le singole squadra, ovvero team ufficiale e team Petronas, con la prima che perde i 20 punti di Viñales e la seconda ben 37 frutto del primo posto di Quartararo e del quinto di Morbidelli. Nessuna penalità invece in classifica piloti, dove el Diablo rimane a -14 da Mir, con Viñales e Morbidelli rispettivamente a -19 e -25.