Rizzoli
Paolo Bruno/Getty Images

Subito dopo Inter-Parma, Beppe Marotta si è presentato davanti ai microfoni di Sky Sport per esternare la propria rabbia nei confronti di alcune discutibili decisioni arbitrali, che non sono andate giù all’ad nerazzurro.

Marotta
Pool/Getty Images

Parole a cui oggi ha risposto il designatore degli arbitri Nicola Rizzoli, ospite del Club di Fabio Caressa: “apprezzo i toni, ma colgo l’occasione per ricordare a Marotta, forse non ne era informato, che da quest’anno abbiamo inserito la figura di Gianluca Rocchi, con il compito di mediare tra gli arbitri e le squadre. L’obiettivo è quello di migliorare la comunicazione: le parole arrivano dopo che abbiamo già creato questa figura. L’episodio su Perisic? C’è un rigore che oggettivamente è da punire, l’attaccante prende il tempo al difensore, indubbiamente se quest’ultimo utilizza le braccia e lo fa in maniera fallosa è un rigore da punire. Il VAR deve andare in cerca delle situazioni oggettive. E qui di oggettivo c’è la dinamica e il braccio che è al di sopra delle spalle, che quindi impedisce al giocatore di saltare. In questo caso il VAR sarebbe dovuto intervenire. È un errore individuale, io sono qui per far sì che queste situazioni vengano messe nel calderone di tutto quello che succede col VAR“.