Roman Reigns e Paul Heyman
Credits: WWE

Paul Heyman è uno dei manager più vincenti della storia della WWE.“Avvocato” di CM Punk e Brock Lesnar, ha allenato e ha fatto squadra con grandissimi campioni nel corso degli anni: l’ultimo è Roman Reigns, attuale Universal Champion e dominatore diSmackDown: a poche ore da Hell in a Cell Heyman ha parlato del pay-per-view in arrivo (domenica a partire da mezzanotte sul WWE Network) e di tanto altro.

La coppia con Roman Reigns sembra esista da anni: ci può dire come nasce questo rapporto?

Roman Reigns è la più grande attrazione al box office, non di SmackDown, non solo della WWE, ma di tutto lo sport-entertainment. Sono passati 8 anni dal suo debutto, quando faceva parte dello Shield ed esordì proprio introdotto da me, per proteggere il regno da campione di CM Punk. Mi piace tutto di lui e questo progetto di lavorare insieme è in ballo dall’inizio”.

Quali sono le sue sensazioni in vista del match che vedrà Roman Reigns contro il cugino Jey Uso in un “I Quit” Hell in a Cell match?

Penso che bisogna aspettarsi una ferocia insolita per gli standard della WWE. Un uomo dovrà rinunciare a essere migliore dell’altro, a quel titolo, ma non solo. Bisognerà rinunciare anche aessere il capo famiglia e c’è in ballo anche l’orgoglio di generazioni di una famiglia che è leggendaria nella storia della competizione sportiva”.

Nei suoi ricordi personali cosa non dimentica degli Hell in a Cell?

Non dimentico di quando Brock Lesnar sconfisse The Undertaker nel suo cortile, l’Hell in a Cell match per antonomasia. Vinse anche grazie alla mia strategia, la stessa che Roman userà contro suo cugino Jey fra pochi giorni”.

In che modo il WWE ThunderDome e il ritorno dei fan virtuali negli show WWE sta
influendo sul prodotto attuale?

Il mondo è inevitabilmente cambiato nel 2020. Il ThunderDome è la cosa che in questo momento si avvicina maggiormente agli show con il pubblico. Avevamo due strade: smettere di fare show o continuare a intrattenere la gente. Il pubblico nelle arene, per uno come me che da 30 anni si interfaccia con i fan, manca tantissimo, ma sono aperto a innovazioni tecnologiche, come questa del ThunderDome”.

Drew McIntyre sta convivendo con le pressioni di essere il primo WWE Champion
britannico della storia?

Io penso che Drew sia il numero due nell’attuale WWE, soltanto dietro alla più grande star dello sport-entertainment, Roman Reigns”.

Parlando di Drew: i rumor dicono che potrebbe affrontare Tyson Fury in un futuro ppv in UK. Quanto la esalta questa idea?

Penso sia esilarante: un match del genere sarebbe uno spettacolo da vedere assolutamente”.

Quanto pensa che manchino i viaggi e i tour internazionali alle Superstar WWE?

Non sono nella condizione e non sono neanche pagato per parlare a nome di tutti gli atleti della WWE. Ma posso parlare a nome del regnante, difendente, indiscusso Universal Champion, Roman Reigns. Io e Roman, quando potremo ritornare a viaggiare, saremo contentissimi di portare in giro per il mondo il titolo e di dimostrare ovunque che lui è il migliore”.

Quali sono i suoi paesi preferiti per i tour WWE?

Non sono pagato per sponsorizzare nessun paese, quindi vi nomino solo New York, la città in cui vivo e quella più grande del pianeta. Se qualche paese volesse difendere la sua grandezza sarei felice di rappresentarlo, ma solo per una quota redditizia”.

Una considerazione finale sul perché bisogna guardare Hell in a Cell domenica?

Equazione semplice: per vedere la grandezza del miglior performer esistente, Roman Reigns. Chi non lo fa rimarrà escluso dalla conversazione e perderà qualcosa di importante. Vedere Roman per la prima volta impegnato in un ‘I Quit’ Hell in a Cell Match, nel Main Event, è imperdibile. E questa non è una previsione, è uno spoiler”.