Se l’è vista davvero brutta Hector Saez durante la nona tappa della Vuelta a España 2020, il corridore della Caja Rural-Seguros RGA è finito a terra dopo 55 km sbattendo violentemente la testa. Un incidente terribile che lo ha visto coinvolto insieme ad un avversario della Bora-hansgrohe, dal quale entrambi sono usciti fortunatamente senza conseguenze. Il motivo? Il caschetto indossato, che ha salvato miracolosamente la vita a Saez, il quale a quest’ora sarebbe in fin di vita se non lo avesse avuto in testa. L’elmetto infatti è andato distrutto dall’urto contro l’asfalto, come si nota dalle immagini che seguono: