Roma, 20 ott. (Adnkronos) – Riformare il Mes? “Viviamo un’esperienza così sfidante e drammatica che sicuramente, man mano che intravederemo la via d’uscita e riusciremo ad avviarci lungo una ripresa sostenuta, sarà pressoché inevitabile interrogarsi sugli strumenti a disposizione molto spesso elaborati in momenti diversi da quelli che stiamo vivendo. Tutti avvertiremo l’esigenza di riflettere per rendere questi strumenti ancora più utili e adeguati per prevenire situazioni di emergenza”. Così il premier Giuseppe Conte rispondendo a una domanda di una cronista spagnola in conferenza stampa a Palazzo Chigi con il presidente Pedro Sanchez.
“Ci sono già prospettive per una riforma del Patto di stabilità e crescita che mi piacerebbe – auspica Conte – cambiasse nome e si chiamasse Patto di crescita nella stabilità e per lo sviluppo sostenibile, perché non si può lasciare fuori lo sviluppo sostenibile. Ma non voglio prevaricare le prerogative della Commissione europea”.
Quanto al fondo Salva Stati, “è un accordo intergovernativo nato in un contesto specifico: un progetto riformatore c’è già e possiamo trarre questa esperienza per lavorare su tutti gli strumenti a disposizione”, osserva ancora Conte.