(Adnkronos) – Ma neppure l’8 ottobre è stato possibile accedere al click day. Perché dopo il crash registrato dalla piattaforma online che avrebbe dovuto dare il via alla ‘corsa’ telematica per ottenere una fetta dei 125 milioni di euro decisi con l’ultima finanziaria varata dall’Ars, la Regione si è arresa e ha annullato il ‘click day’, decidendo di spalmare le risorse su tutte le aziende registrate sulla piattaforma andata in tilt “a causa di una problematica tecnica imputabile a Tim Spa”, come venne detto quel giorno.
“Abbiamo deciso di continuare a considerare la platea degli imprenditori che si erano registrati sulla piattaforma – aveva spiegato l’assessore regionale alle Attività produttive, Mimmo Turano – Daremo ristoro alle aziende cambiando alcuni parametri del bando e prendendo in considerazione tutte le domande. è l’unica soluzione possibile davanti a quello che ci ha prospettato la Tim: il problema registrato lunedì è superato, ma non del tutto. Da qui alle prossime ore pubblicheremo i correttivi al bando. Il nostro obiettivo è non fare aspettare più nessuno e non affidarci più a metodi che possono generare incertezze”. Intanto l’unica certezza è che sono partite le lettere di richiamo ai dirigenti. E che Musumeci ha nominato un team di esperti per scoprire cosa è accaduto.