Marchisio
Oleg Nikishin/Getty Images

Claudio Marchisio è sempre stato una persona e un calciatore riservato, che non ha mai dato modo di parlare di sè per questioni accadute fuori dal terreno di gioco. Il ‘Principino‘ però ha voluto far scoprire un po’ del suo mondo ai suoi ammiratori, scrivendo un libro e raccontando molto di se stesso.

marchisio famiglia
Instagram @robysinopoli

L’ex centrocampista della Juventus ha analizzato ai microfoni di Vanity Fair alcuni passaggi della sua opera, rivelando anche alcune curiosità: ho paura dell’aereo, dei vuoti d’aria, delle turbolenze. E ne ho presi tanti con la squadra. Se compro io un biglietto controllo sempre prima il meteo, le condizioni devono essere ottimali sulla rotta. Una volta nel 2011 con la Nazionale atterrando a Ginevra l’aereo fu colpito da un fulmine, si vedevano le scintille dai finestrini. Ero accanto a Gilardino e Balzaretti, ci siamo detti: qui l’aereo esplode”.

Marchisio poi ha parlato della sua intimità e del rapporto con la moglie: “la ceretta non la faccio perché fa troppo male, uso il rasoio sotto la doccia, come tanti calciatori negli spogliatoi. Le creme le rubo a mia moglie, che si incazza, ma del resto lei è bravissima a trovare le migliori. A 19 anni andavo in discoteca con l’abito, mi piaceva. Principino? Nasce dal fatto che spesso mi presentavo così anche agli allenamenti. Mia moglie? Litighiamo ogni tanto ma solo per motivi di gelosia, che però è un motivo buono, tiene vivo il rapporto”.