Federica Brignone
Foto Getty / Alain Grosclaude/Agence Zoom

L’Italia comincia con il piede giusto la Coppa del mondo 2020/2021. Nel gigante di apertura a Soelden, Marta Bassino mette in pista una super prima manche, contraddistinta da una leggerezza del gesto davvero superba e da una precisione perfetta delle linee, soprattutto sul difficile muro del ghiacciaio austriaco, e con il tempo di 1’09″54 si piazza al comando della classifica parziale, seguita da un’ottima Federica Brignone, staccata di soli 58 centesimi. Brignone ha ceduto qualcosina alla compagna di squadra nella prima parte del muro, ma ha saputo recuperare bene nella parte finale del tracciato.

Terzo posto per la norvegese Mina Holtmann, unica altra atlata capace di stare sotto il secondo di distacco (+92 centesimi). Quarto posto pari merito per la 2001 neozelandese Alice Robinson e l’elvetica Michelle Gisin, staccate di 1″18. Buona prova anche per Sofia Goggia, ottava con 1″76 di ritardo da Bassino. Goggia si è ripresa nella parte finale della manche dopo avere patito il ripido tratto centrale. Si rivede nelle zone alte anche Lara Gut, sesta con 1″39 di ritardo dalla leader, mentre è più indietro, decima, Petra Vhlova, apparsa molto macchinosa nei cambi di direzione e staccata di 2″02. Non qualificate per la seconda manche le altre azzurre al via.

Si vedeva poco nella parte alta del tracciato – ha detto Marta Bassinoperò sono andata via leggera e mentre scendevo mi sono sentita sempre meglio. Rimane comunque tutto da giocare nella seconda manche“.

Sono abbastanza soddisfatta, ma c’è ancora da migliorare – ha detto Federica Brignonedevo pensare solo ad attaccare perché la gara è ancora tutta da giocare“.

Mi sono un po’ persa all’attacco del muro e, per qualche porta ho subito il tracciato – così, Sofia Goggiasono più o meno nella posizione a cui puntavo e so che c’è ancora tanto margine di miglioramento“.

La seconda manche è prevista per le 13 e sarà trasmessa in diretta su Rai Sport (canale 58) ed Eurosport.

Ordine d’arrivo GS femminile CdM Soelden (Aut):
1. Marta Bassino ITA 1’09″54
2. Federica Brignone ITA +0″58
3. Mina Fuerst Holtmann NOR +0″92
4. Michelle Gisin SUI +1″18
4. Alice Robinson NZL +1″18
6. Lara Gut-Behrami SUI +1″39
7. Wendy Holdener SUI +1″72
8. Sofia Goggia ITA +1″76
9. Stephanie Brunner AUT +1″92
10. Petra Vhlova SVK +2″02
11. Katharina Truppe AUT +2″08
12. Tina Robnik SLO +2″36
13. Meta Hrovat SLO +2″41
14. Tessa Worley FRA +2″66
15. Maria Therese Tviberg NOR +2″76
16. Franziska Gritsch AUT +2″83
17. Paula Moltzan USA +2″89
18. Sara Hector SWE +3″18
19. Ramona Siebenhofer AUT +3″30
20. Priska Nufer SUI +3″32
21. Nina O’Brien USA +3″44
22. Romane Miradoli FRA +3″47
23. Katharine Liensberger AUT +3″49
24. Ekatierina Tkachenko RUS +3″59
25. Andrea Ellensberger SUI +3″64
26. Ana Bucik SLO +3″68
27. Ester Ledecka CZE +3″76
28. Alex Tilley GBR +3″80
29. Valerie Grenier CAN +3″90
30. Kaja Norbye NOR +3″91

Non qualificate per la seconda manche:
40. Lara Della Mea ITA
43. Laura Pirovano ITA
43. Roberta Melesi ITA
52. Valentina Cillara Rossi ITA
58. Luisa Bertani ITA
61. Ilaria Ghisalberti ITA