Milan
Mark Runnacles/Getty Images

Chiamatelo anche Milan degli invincibili, nessuno potrà storcere il naso. I rossoneri si impongono anche al Celtic Park, iniziando come meglio non potrebbero il girone di Europa League.

Brahim Diaz
Mark Runnacles/Getty Images

Una prova di forza netta e senza appello, utile per schiantare gli scozzesi e sbancare uno stadio storicamente ostico. Un 1-3 che permette a Pioli di aggiornare il pallottoliere e le statistiche, davvero impressionanti dalla fine del lockdown fino a questo momento. Sono 21 i risultati utili consecutivi, con 17 vittorie e 4 pareggi ottenuti contro Juve, Spal, Napoli e Atalanta che regalano una media di 2,62 punti a partita. Ben 54 i gol fatti e 19 quelli subiti, a conferma di una difesa granitica che ha permesso ai rossoneri di rimanere imbattuti dallo scorso 8 marzo 2020, giorno del ko interno contro il Genoa. Rimanendo poi in questa stagione, il Milan ha collezionato 8 vittorie su 8 partite giocate, andando in rete 19 volte e subendo solo 6 gol. Una squadra poledrica e soprattutto con una panchina lunghissima, visto che Pioli ha impiegato ben 22 giocatori su 27, lasciando a zero minuti giocati solo Conti, Musacchio, Kalulu e i due portieri Tatarusanu e A. Donnarumma. Numeri impressionanti che fanno del Milan la squadra più in forma del momento, merito di quel diavolo di Pioli artefice di questo autentico miracolo.